Chi sono e quanti sono questi quattro gatti al lardo?

Che detta così sembra uno scioglilingua

E alla fine s’è reso necessario questo blog post. Non l’avevamo preventivato, dopotutto noi stavamo scherzando. Sto parlando davvero di una cosa nata per gioco, per divertimento e di sicuro nessuno di noi si aspettava che ad un certo punto dovessimo presentarci. Ebbene, sì. Siamo i Quattro gatti al lardo, che a volte sono due, a volte sono sei, ma sicuramente è raro che siano davvero quattro.

L’idea è nata dalla voglia di stare insieme e di condividere avventure: siamo sei personaggi in cerca d’autore (anche se di autori tra di noi ce ne stanno almeno tre) con tante storie da raccontare che vengono meglio se le scriviamo insieme. Questo è quanto e non ci sarebbe molto altro da aggiungere, ma visto che due tre cose le abbiamo combinate, ve le raccontiamo.

progetto quattro gatti al lardo

Andiamo a mangiare nei locali tutti insieme, alcuni ristoranti ci invitano perché vogliono una nostra recensione. Perché? Non lo sappiamo nemmeno noi. Non siamo critici gastronomici e nessuno di noi ha fatto studi di cucina specifici, ma abbiamo comunque delle competenze da mettere in gioco (abbiamo anche un attore, non si sa mai!). C’è chi di noi ha un locale, chi un bed and breakfast, chi lavora per un’agenzia per la comunicazione d’impresa e chi organizza eventi: abbiamo anche qualche laurea e qualche master, dovessero servire! Insomma, sappiamo creare dei testi scorrevoli, con dei contenuti di qualità e i risultati si vedono perché i nostri blog post che riguardano il settore food sono molto seguiti e condivisi. Qualche esempio? Amelia Bistrot, Mabe cucina creativa, Arnold Coffee, Pinsa e buoi e di tutti questi potete trovare le recensioni nei nostri blog, alla voce “Quattro gatti al lardo”.

Siamo un team? Siamo un progetto? Siamo un brand? No e non lo saremo mai. Siamo solo sei blogger (in realtà quattro) che fanno degli eventi insieme e questi eventi si chiamano “Quattro gatti al lardo”. Questi momenti di condivisione possono nascere da collaborazioni con ristoranti, locali serali, caffetterie, attività di intrattenimento in generale, oppure possono essere organizzati proprio da noi, come per esempio la “Quattro gatti al lardo ghost edition”. Non c’è una regola, se facciamo qualcosa insieme e l’evento è organizzato da noi, allora si chiamerà così. Si tratta di un circolo chiuso ed esclusivo? No e non lo sarà mai. Noi, quando possiamo, cerchiamo sempre di coinvolgere altri blogger con i quali ci troviamo in sintonia o che semplicemente vogliamo conoscere e cogliamo l’occasione per farlo, invitandolo. Tutti possono partecipare agli eventi dei Quattro gatti al lardo e tutti, in quel momento lì, possono essere gatti al lardo insieme a noi. Persino chi non ha un blog, persino chi non ha profili social: noi siamo un gruppo di persone, prima di essere un mazzetto di gente che scrive in rete. E in quanto persone, va da sé, amiamo il confronto e la vita sociale.

Cerchiamo di conoscere gente e di farci conoscere a nostra volta, portando fuori dagli schermi i nostri contatti, concretizzandoli e dando loro il giusto spazio che si meritano, quello reale e non virtuale. Questo è quello che facciamo, niente di più e niente di meno.

Chi siamo? Chiamiamoci per nome.

Chantal e Francesco, siciliana lei e sardo lui. Loro due formano insieme gli Aristogracchi e il sogno che stanno cercando di realizzare è aprire il loro b&B a Ottaviano, in via dei Gracchi. Mentre attendono vari sbrogli legali e impicci burocratici, si divertono in cucina e lavorano sodo come consulenti per le strategie di digital marketing. Sono una coppia? Sì, stanno insieme anche se capita spesso di vederli lanciarsi coltelli e parolacce. Poche parolacce e tanti coltelli: lei sostiene di tenere conto preciso, attraverso un sistema di tacche sul muro, di tutte le volte che hanno rischiato di morire per mano dell’altro. Si tratta della nostra coppia alla Tarantino maniera, presente Beatrix e Bill? Con meno fucili, ma un numero quasi corrispondente di pallottole. Chiudendola onestamente: copywriter lui, digital marketer lei.

whatsapp-image-2017-09-12-at-09-59-18.jpeg

Ludovica e Riccardo: Ciotolina e Bam Bam. Anche in questo caso, siciliana lei, ma romano lui. Vivono insieme a Prati, come i ricchi e mentre lui gestisce una birreria, lei perde il senno organizzando eventi di portata nazionale. Se ogni tanto si incrociano? Non lo sappiamo, abbiamo pochissime foto di loro due insieme e cominciamo a sospettare che siano la stessa persona. Riccardo il cavernicolo non utilizza social network: niente Instagram, niente Facebook, niente Twitter, niente Tinder… Ludovica invece è la Capocciara, smanetta su tutti i social possibili immaginabili ed è molto brava a prendere a calci in culo la vita. La filosofia della “colonna di cemento” per tutti i rompiscatole che cercano di ostacolarla pare funzionare alla grande. Mangiano tante verdure, sono spesso a dieta, lei ama indossare scarpe Superga senza calze, lui invece accende le lampadine con la forza del pensiero. Ecco a cosa serve una laurea magistrale in fisica. Insieme sono la Capocciara e Cavernicolo.

WhatsApp Image 2017-09-12 at 09.58.50

Io e fidanzato Claudio! Sì, su di noi non mi allungherei più di tanto visto che comunque abbiamo fiumi e fiumi di parole nella sezione “chi siamo”. Non mi sprecherei nemmeno a fare dell’ulteriore autoironia, voglio dire, basta anche solo una nostra foto per capire che siamo due persone che assolutamente non sanno prendersi sul serio nemmeno a pagamento. Attore lui e scoiattolo indomabile io, abbiamo sempre duecentomila cose da fare e (non contenti) abbiamo deciso farne delle altre. Claudio viene bonariamente chiamato Treccani vivente dagli altri gatti al lardo, ma in realtà questi non sanno che non si tratta di studio matto e disperatissimo, quanto più di un dito molto rapido a digitare parole chiave su google prima di rispondere ad una qualsiasi domanda di storia. Io? Io sono quella che ne sa meno di tutti e sono quella meno capace di fare le cose, tutto sommato però quello che faccio ha il coraggio di uscirmi bene perché il Karma è in debito con me da diversi anni: sta solo saldando il conto.

claudio occhiali.png

Ecco qua quindi, chi sono i Quattro gatti al lardo, quello che fanno e le zero pretese che hanno. Sei persone che vengono da tutte le parti d’Italia che si sono ritrovate a Roma, due perché ci sono nati, gli altri quattro perché inseguivano dei sogni. Qualcuno lo abbiamo realizzato, altri invece sono ancora in elaborazione, ma di sicuro non stanno più nel cassetto da un po’ di tempo.

Quindi se volete organizzare un evento Quattro gatti al lardo nel vostro locale, scriveteci e chiamateci, possiamo farlo! Volete farci testare un prodotto, un marchingegno futuristico ad alto rischio, un elicottero telecomandato che può trasportare passeggeri, lettiere per gatti, scarpe ortopediche, banane e lamponi? Chiamateci. Noi confezioniamo un qualcosa adatto a voi e se ci darete la possibilità coinvolgeremo altri blogger che hanno voglia di divertirsi con noi un pomeriggio, una sera oppure una giornata intera!

Sei un iger, un blogger o un influencer di qualsiasi tipo e vuoi goderti una serata insieme a noi per condividere le nostre esperienze e confrontarti sui temi più caldi per coloro che lavorano sui social? Chiamaci! Stare insieme è gratis ed è bellissimo, quindi non farti problemi e non avere vergogna: condividiamo insieme una serata!

Cogliamo anche l’occasione per ringraziare tutti i blogger e gli influencer che in questo periodo sono stati con noi e ci hanno conosciuti partecipando agli eventi targati Quattro gatti al lardo. Vi siamo riconoscenti e siamo onorati di aver condiviso il nostro tempo con tutti voi. Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...