Incursioni Libere: Sogni alla ribalta

MANUELA CORONA per la rubrica #IncursioniLibere


Cambio programma a seconda di come mi garba, mi piace girare, vedere, conoscere, scoprire. Leggo tanto, scatto molto, viaggio mai abbastanza. E scrivo. Fino ad ora solo per me stessa, ma da ora forse non solo.

manuela corona

Ho 39 anni ed una vita labirintica. Fuori casa dai furono 19 anni ho passato questo tempo vivendo prima nelle Marche, poi a Milano, poi in Toscana. Oggi sono tornata in Sardegna, da dove ho fatto il diavolo a quattro per convincere i miei genitori a farmi andare via, e dove invece adesso sto facendo il diavolo a quattro per restare. Mi si è capovolto il mondo insomma. Un mondo in cui volevo scrivere, ma che evidentemente non ero pronta ad accogliere, perché la mia idea di entrare in quello del giornalismo è rimasta là, incastrata tra il lavoro che avevo trovato mentre finivo di dare gli esami ma che poi è continuato anche dopo la laurea, ed il pensiero che ormai fosse troppo tardi.

 

Ma evidentemente non è mai davvero troppo tardi per fare qualcosa, perché l’anno che è appena passato si è concluso per me con un colpo di coda (sì, tipo quelli di cui parlano in tutti i tg a fine estate o fine inverno che sia) che ha catapultato quel sogno interrotto alla ribalta del mio presente.

Non mi è mai successo niente per caso, anzi, a dirla tutta, io al caso credo ben poco, credo che le cose uno se le debba andare a cercare senza fronzoli e senza scuse, anche se le scuse le uso anch’io, quelle camuffate da frasi tipo “Ma come faccio ad uscire con questa pioggia?”, quando invece dovrei dire “non ho voglia di cambiarmi”, perché sai com’è, anche se non ho la macchina, c’è stato chi ha inventato gli ombrelli… E invece eccola qui, una bella novità all’ improvviso, manco un fulmine a ciel sereno arriva così in fretta come questa persona ha fatto in fretta a venire a casa mia a chiedermi se mi andasse di provare a scrivere degli articoli per una testata locale. “E me lo chiedi pure?” – penso – “E si che te lo chiedo, che ne so io che tu volevi fare la giornalista e che adesso ti sto prendendo e riportando indietro nel tempo” – mi rispondo. E intanto ero già altrove, a pensare a cosa avrei potuto scrivere per iniziare. E, guarda caso, proprio due giorni dopo qui nel mio paesino del Medio Campidano sardo c’era una conferenza su un argomento che mi interessava parecchio e a cui avevo già deciso di andare. Fantastico, mi dico, un tempismo perfetto. E così ho fatto, e il mio articolo è stato pubblicato sul giornale della zona senza essere stato cambiato di una virgola, titolo compreso. Sarà stata la fortuna del principiante… però i complimenti che mi hanno fatto me li sono goduti tutti.

Questa famosa persona ha poi parlato di me ad altri due giornalisti che hanno da non molto tempo aperto un giornale online e che stanno cercando collaboratori.

Eccomi! (Non si vede, ma ho la mano alzata, anzi tutt’e due, credetemi, e carta e penna come sempre davanti a me)

Manuela Corona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...