Parco Natura Viva: il giardino zoologico a due passi da Verona

Finalmente Fidanzato Claudio ha abbandonato – almeno parzialmente – le stampelle e siamo tornati a muoverci su e giù per l’Italia alla ricerca di avventure; perciò … next stop Parco Natura Viva, il giardino zoologico di Verona!

bty

Proprio a pochi chilometri dalla città di Romeo e Giulietta, prendendo semplicemente una rapidissima tangenziale vicino alla stazione Porta Nuova, avete la possibilità di non perdere tempo con tutte le stronzate di Montecchi e dei Capuleti che – spoiler alert – sono una cagata mondiale costruita nel 1940.  Lasciate perdere balconi, case e tombe di improbabili sedicenni morti suicidi per amore e andate a fare due passi nella natura.

A Verona uno ci viene per tanti motivi, io per esempio ci sono dovuta venire per convalidare definitivamente la separazione, ma possiamo tranquillamente ammettere che ogni tanto sarebbe bene salire per vedere mamma e papà. Ma per quanto io sia stata felice di chiudere il mio vecchio matrimonio e per quanto sia piacevole passare del tempo con i propri genitori, arrivi al punto che in un piccolo paesino di provincia ti frantumi le palle. Perciò, questa mattina, ho preso Fidanzato Claudio e Fratello Pietro e, dopo aver rubato la macchina alla nonna, ci siamo diretti in uno dei miei posti preferiti, ovvero quello che fa da titolo a questo delirante blog post di mezzanotte e mezza.

Il Parco Natura Viva è un posto magico dove vi consiglio veramente di andare se passate da queste parti. Penso, ma non sono sicurissima, che sia uno dei parchi zoologici più grandi d’Italia, ma sono certa che sia uno dei meglio tenuti. Il Parco è molto grande, ma non è assolutamente dispersivo. Il percorso è tracciato con estrema chiarezza e suddiviso in aree geografiche: in una mattinata ti fai il giro del mondo, passando per i luoghi più remoti della terra. Ci sono 250 specie diverse, per un totale di 1500 animali adeguatamente suddivisi in 42 ettari di verde boscoso. Inoltre, sempre con lo stesso biglietto, è possibile attraversare con la propria automobile la zona “Safari” dove gli animali sono liberi e camminano proprio vicino a te.

Cosa ci è piaciuto

  • Gli animali hanno davvero tanto spazio e non è scontato vederli, questo significa che l’animale stesso se non ha voglia di farsi vedere, non lo so vedrà. Ogni piccolo o grande ospite ha infatti una zona adeguata alle proprie dimensioni che gli consentono di rendersi visibile ai visitatori oppure no.
  • Dentro al parco si fa fa raccolta differenziata e se si sbaglia è perché si è stronzi. Enormi bidoni presenti in ogni angolo chiariscono anche ai più duri di comprendonio dove  e come buttare la spazzatura.
  • Non è possibile fumare liberamente, ci sono delle zone dov’è consentito e sono attrezzate con enormi posaceneri. Perciò se buttate una cicca a terra siete degli infami e probabilmente state anche fumando dove non consentito.
  • Le informazioni sugli animali presenti nel parco sono chiare e comprensibili da chiunque grazie a un format schematico ma esaustivo. Inoltre sono poste in zone che le rendono accessibili anche a persone molto basse o sulla carrozzella. Non ho notato scritture per i non vedenti, ma devo ammettere di non averci fatto caso.
  • Mangiare all’interno del parco non è assolutamente costoso, noi abbiamo speso circa 8 € a testa per un piatto abbondante di alette di pollo con patatine fritte e una Coca-Cola.
  • La serra è un posto bellissimo, non potete assolutamente tralasciarla. Così come non sono da saltare le altre piccole aree tematiche come il regno degli insetti, la fattoria e la zona animali estinti (ci sono i dinosauri!)

bty

… e molto altro. Ma il punto è che finalmente Fidanzato Claudio è tornato a camminare, perciò si sta per riaprire la lunga stagione delle grandissime avventure. Ancora non sappiamo bene dove, quanto e come, ma sappiate che abbiamo intenzione di portarvi in giro il più possibile alla scoperta di parchi, paesi, usanze, credenze, religioni, tradizioni e tanto altro. Quindi preparate il magico zainetto e mettetevelo in spalla, si riparte!

IMG_20180721_121425_1.jpg

In definitiva, colgo l’occasione per dirvi che avete rotto proprio le palle con le vostre foto con i fenicotteri rosa gonfiabili in piscina. Io oggi ho fotografato i fenicotteri veri ed erano mille volte più belli. Ho visto anche il leone, la tigre, un sacco di scimmie diverse, i bradipi, una montagna di farfalle, l’ippopotamo, i cigni e anche le cicogne. I lupi si sono nascosti, ma ai suricata (Timon, per capirci) ho fatto millemila fotografie. Ho fotografato anche questo animale qui sotto, che non ricordo bene come si chiama ma lo userò come immagine di chiusura di questo blog post. Yuhu, fateci sapere se passate per il Parco Natura Viva!

IMG_20180721_145538.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...