Pannolini lavabili: la nostra scelta definitiva

Pannolini Lavabili Bambino Mio

Iniziare a usare i pannolini lavabili non è stato semplicissimo, i neonati infatti sporcano circa una decina di pannolini al giorno (il primo mese) e per una neo mamma e un neo papà la vita può essere davvero dura. Abbiamo iniziato con un utilizzo misto, per poi utilizzare gli usa e getta solo quando uscivamo e solo per la notte. Piano piano abbiamo completamente eliminato i pannolini usa e getta e ora “camminiamo” solo con i pannolini lavabili.

Pannolini Lavabili: domande & risposte

  • I pannolini lavabili sono davvero in grado di tenere il bambino asciutto e pulito?
    Sì, il pannolino deve essere messo bene e deve essere “calibrato” sul nostro bimbetto. Non tutti i bambini sono uguali e quindi non esiste l’assetto perfetto. Bisogna fare qualche tentativo che purtroppo potrebbe non essere vincente al primo colpo. Noi ci abbiamo messo un po’, ma confrontandoci anche sui vari gruppi di Facebook dedicati alla materia, abbiamo trovato il nostro modo (che poi vi faremo vedere).
  • Quanto costano i pannolini lavabili?
    Purtroppo non esiste una gran risposta a questa domanda, i prezzi variano tantissimo e dipende un po’ da quello che si va cercando. Parlando della marca BAMBINO MIO (che è quella che abbiamo scelto noi) abbiamo una spesa di 223 euro per il kit base completo (dalla nascita al vasino). Abbiamo fatto qualche aggiunta in corsa perché ci serviva qualche pezzo in più e poi ve ne parleremo nel dettaglio.
  • Si risparmia veramente o è solo illusione?
    Io non so se siete mai andati a comprare dei pannolini Pampers in Italia (all’estero costano molto meno, soprattutto in Germania), ma vi assicuro che vi viene chiesto un rene alla cassa. I pannolini usa e getta sono costosi e ve ne servono tantissimi (soprattutto i primi sei mesi) perciò sì si risparmia davvero.
  • Come si lavano i pannolini lavabili?
    Anche qui non esiste una vera risposta perché ognuno trova il suo modo in base ai detersivi che usa. Noi utilizziamo detersivi vegetali alla spina e abbiamo dovuto fare qualche prova prima di avere i pannolini puliti, candidi e senza cattivi odori. Il rischio di un cattivo lavaggio è proprio l’odore: può essere tremendo. Noi facciamo una lavatrice al giorno a 60 gradi, utilizzando due cucchiai e mezzo di detersivo vegetale e un tappo di Napisan per un’ igiene completa. Faccio il ciclo con il prelavaggio, soprattutto se ci sono pannolini sporchi di cacca. Li stendo al sole, se possibile, per sfruttarne la capacità sbiancante. Non utilizzo candeggina o Amuchina.
  • Dove si mettono i pannolini sporchi durante il giorno?
    Noi abbiamo due modi: un sacchetto di tela appeso in bagno che si lava con i pannolini stessi la sera, un box di plastica rigida che viene consegnato con il kit base di Bambino Mio. I pannolini sporchi di cacca è meglio chiuderli nel box per evitare la puzza puzza puzza!
  • Come si fa quando si esce di casa?
    Porto con me una bustina impermeabile dell’Ikea, di quelle riutilizzabili, e una volta a casa la lavo bene con l’Amuchina. I pannolini sporchi li infilo lì dentro e sigillo, non ho mai avuto nessun problema da quando ho iniziato l’avventura dei lavabili anche fuori casa. In realtà questo sistema è anche più comodo degli usa e getta, soprattutto a casa di amici dove buttare un pannolino nel bidone dell’indiferenziato potrebbe voler dire appestare tutta la compagnia per tutta la sera. La bustina sigillata, invece, trattiene l’odore benissimo. Una volta a casa si lava tutto.
  • Perché usate i pannolini lavabili?
    Perché il nostro bimbo non ha mai avuto problemi di arrossamento (se non le volte che abbiamo usato i pannolini tradizionali per non creare disturbo a chi ci ospitava più di un giorno), perché ovviamente si rispetta maggiormente l’ambiente e non si producono rifiuti evitabilissimi e perché sono molto più economici in generale. Oltre tutto questo, diciamocelo, sono davvero bellissimi!

Ecco il nostro asset preferito

Ora vi mostro il nostro asset perfetto per il momento, come vi dicevo ci abbiamo messo un po’ a trovarlo, ma alla fine ci siamo riusciti. Milo non si bagna più il body nemmeno dopo tutta la notte. Milo infatti dorme da mezzanotte alle nove e non lo sveglio di certo per cambiarlo, sono tante ore e con questo asset il tutto tiene molto bene. Cacca inclusa, si capisce! Non è detto che questo asset vada bene anche per voi, ma se non trovate quello giusto al primo colpo non fatevi scoraggiare. Ci sono tanti kit prova che costano pochissimo, quindi provate prima con quelli. Se poi va bene vi prendete tutti i pezzi che vi servono!

Nappy Cover Mio Soft Bambino Mio
Nappy Cover Mio Soft Bambino Mio

Queste che vedete sono le nappy cover Mio Soft. Sono appunto delle cover impermeabili che vanno a ospitare il pannolino all’interno. Ce ne sono di tutti i colori e di tutte le fantasie, io divento matta ogni volta e devo trattenermi. Queste cover io le sciacquo bene e non le butto in lavatrice tutte le volte, non serve. L’importante è che si pulisca bene l’interno tra un cambio e l’altro.

Inserti per Mio Solo in cotone
Inserti per Mio Solo in cotone

Scusate la scarsa qualità della fotografia, la luce non era assolutamente favorevole purtroppo. Questi che vedete, invece, sono gli inserti che si stendono piegati per bene all’interno delle Nappy Cover Mio Soft. Ora nella prossima fotografia vi faccio vedere. Questi teli si piegano in tre (basta seguire le cuciture proposte, è semplicissimo), comunque è pieno di tutoria nell’internet.

Pannolino Mio Soft con boost Bambino Mio
Pannolino Mio Soft con boost Bambino Mio

Ecco, qui vedete come si inserisce il telo all’interno della nappy cover. Lì accanto, quello con le api, è un boost, ovvero un inserto ulteriore comodissimo per la notte e per le uscite fuori casa che non prevedono pit stop garantiti. Ora, nella prossima immagine, vi faccio vedere come si assembla anche il boost. Sappiate che il boost è un “di più” e non un pezzo necessario, io lo uso solamente in caso di necessità. Per i bimbi più piccoli, invece, si può usare solo il boost senza il telo bianco. Io l’ho fatto e può funzionare, ma vi consiglio di farlo solo a casa e non a zonzo perché la tenuta non è garantita.

Pannolino lavabile Mio Soft Bambino mio con Boost
Pannolino lavabile Mio Soft Bambino mio con Boost

Ecco tutto il pezzo assemblato per bene. Bisogna controllare che tutti gli inserti siano all’interno della nappy cover altrimenti il bimbetto si bagna. Vanno controllate bene le gambette perché lì ci sono proprio gli elastici da posizionare con cura. Ci vuole un po’ di pratica, ma se ci sono riuscita io penso che possano proprio riuscirci tutti quanti.

Pannolino lavabile Mio Soft Bambino mio
Pannolino lavabile Mio Soft Bambino mio

Ecco il pannolino completo di tutto. Vedete la linguetta dove devono passare le gambette? Quello è ciò che dovete sempre controllare bene, ha una funzione contenitiva, ma se è messa male non contiene nemmeno un cecio.

Mi dispiace tantissimo non aver fatto delle fotografie decenti, ma appunto la luce è quella che è la sera … spero che comunque si capisca per bene, in caso contrario sappiate che le vostre domande mi fanno sempre tantissimo piacere.

Per i pannolini lavabili ci sono tantissime marche e tantissimi modelli, la stessa Bambino Mio ne fa di diversi tipi. Fortunatamente ci sono i kit prova che con pochi euro ti permettono di fare qualche esperimento.

Credo che per la nostra generazione sia un dovere iniziare a prendere confidenza con queste buone pratiche ecologiche e sostenibili, purtroppo i governi non stanno facendo molto per l’ambiente e noi abbiamo tantissima responsabilità. Non possiamo fare tutto da soli, è vero, ma credo che sia importante che ognuno faccia la sua parte anche se può sembrare un po’ più faticoso. I pannolini lavabili, la coppetta mestruale, i saponi vegetali alla spina, l’acqua in bottiglia di vetro sono tutte bellissime strategie che non saranno mai risolutive, ma almeno gioveranno ai nostri comuni e alle nostre tasche. Sappiate inoltre che alcuni comuni prevedono incentivi per i pannolini lavabili, Roma, purtroppo, no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...